Controindicazioni

I fiori di Bach non hanno alcuna controindicazione e possono essere utilizzati anche sui neonati.

Anzi, sono particolarmente indicati per i bambini, proprio perché non danno effetti collaterali, non creano dipendenza, non si può andare in iperdosaggio, possono tranquillamente essere associati alle terapie tradizionali e si può ben dire che i bambini sono i migliori fruitori dei fiori di Bach perché non hanno preconcetti e reagiscono in maniera veloce e duratura.

Il vantaggio rispetto ad altri rimedi naturali è senza dubbio quello che provare non costa nulla (o meglio solo il costo della boccetta utilizzata). Non vi è in alcun modo, il pericolo di stare male in caso la combinazione studiata non sia quella più idonea a risolvere o migliorare il problema.

Non vi sono controindicazioni dunque, l’unica situazione che potrebbe verificarsi, non del tutto piacevole, ma comunque di breve durata, è quella che viene chiamata “crisi di consapevolezza”, consistente in un acutizzarsi dei sintomi poco prima dell’inizio della guarigione. Detto ciò, è anche vero che se ci si affida ad una persona esperta, in grado di studiare la soluzione più adatta per la situazione che si sta vivendo, anche questo “acutizzarsi del sintomo” potrebbe ridursi al minimo o non verificarsi affatto.

Annunci