Il mio mondo

Le mie carte

Sono nata a Reggio Emilia il 25 Maggio del 1975 e mi occupo di cartomanzia da circa 30 anni. Attratta dalle carte fin da bambina, verso i 13 anni mi dedico allo studio di questo metodo di divinazione, approfondendo in particolare la conoscenza di diverse tipologie di tarocchi e sibille. Nel frattempo studio al liceo classico e poi inizio l’Università, portandola avanti anche con ottimi risultati, ma getto tutto alle ortiche per seguire la mia passione, la cartomanzia. Tra i 18 e i 20 anni, infatti, frequento corsi di questa magnifica arte divinatoria che mi danno la spinta, qualche anno dopo, per trasformare questa passione in vera e propria attivita`, dedicandomi contemporaneamente allo studio della numerologia e dell’interpretazione dei sogni.

Il Reiki

Diversi anni dopo mi sono avvicinata al Reiki: ho ricevuto il primo livello pensando di usare tale disciplina solo per auto trattarmi. Entusiasta per le sensazioni che ricevevo dai trattamenti ho iniziato a praticarlo anche ad amici e familiari e i risultati erano talmente soddisfacenti e incoraggianti tanto da decidere di continuarne lo studio conseguendo tutti gli altri livelli fino a “concludere” il percorso con il livello Master. Nel 2017 ho poi conseguito un nuovo livello Master secondo la tradizione giapponese della scuola Komyo ReikiDo e ho partecipato al seminario per insegnanti Komyo tenuto dal Monaco giapponese Inamoto ricevendo le attivazioni Reiki anche da lui.

Il mio metodo di approccio al Reiki oggi, unisce agli insegnamenti ricevuti, numerosi spunti creativi e personali atti a facilitare non solo la comprensione della disciplina durante i corsi, ma anche l’esecuzione dei trattamenti e ad accelerare i tempi nel conseguimento degli obbiettivi prefissati.

Le altre mie passioni

In questi ultimi anni sono diventata Matrix coach, ho seguito molti corsi e approfondito lo studio della cristalloterapia, della riflessologia del piede, dei fiori di Bach, dell’utilizzo del pendolo, delle tecnologie di Joel Ducatillon e di alcuni rituali e pratiche sciamaniche. Molto curiosa in generale di tutto il campo dell’esoterico e dell’olistico, sono alla continua ricerca di metodi che possano aiutare le persone a trasformare i momenti di crisi in opportunità per loro stessi e per la loro vita, ad essere di nuovo in armonia con se stessi e a comprendere il grande potere insito in ognuno. Esistono eventi non ancora comprensibili dalla nostra mente razionale, non ancora misurabili, ma non per questo meno reali di ciò che i nostri sensi limitati possono comprendere. Non è necessario credere, l’importante è accogliere con umiltà la possibilità di un cambiamento. Lasciamoci sorprendere da un’intelligenza superiore alla nostra.


Una Sacerdotessa Maya, senza conoscermi, un giorno mi disse: ” Tu possiedi l’energia del visionario. Nella tua mano destra c’è il fuoco e la usi per curare, nella tua mano sinistra c’è l’acqua e riesci a leggere il futuro”

(Ringrazio per tutte le foto presenti nel sito Alessia Guicciardi, Veronica Montanari e Marcello Romani)

Felicità e gratitudine

“Un albero quand’è che è felix, fecondo, ossia felice? Quando dà molto frutto. La felicità non è non avere problemi, non fare fatica, non dover risolvere le difficoltà, ma è un fare, un produrre, un dare. Un fare come fa l’albero che facendo, dando frutto, esprime qualcosa della propria essenza. Il melo esprime sè facendo mele ed ognuno si esprime secondo la sua diversa ed unica essenza”. (Roberto Mercadini)

Io sono molto felice e, aggiungo, anche molto grata, di poter esprimere la mia essenza facendo ciò che faccio, proprio come quel melo.

Il mio obiettivo di vita

Il mio lavoro non è leggere le carte o fare trattamenti; il mio lavoro che è anche il mio scopo di vita, è quello di mettermi a disposizione per cercare di aiutare le persone attraverso le stesse pratiche esoteriche e discipline olistiche, energetiche e spirituali che hanno aiutato tanto me. Il mio obiettivo è quello di condividere pensieri, informazioni, riflessioni, tecniche e pratiche che, a volte con sofferenza e attraverso strade tortuose, la vita mi ha posto davanti e mi ha insegnato, non senza una buona dose di studio e tanta tanta pratica. Sono un’anima in cammino, con l’obiettivo di essere felice, e so che è possibile esserlo, proprio Qui ed Ora, e abbraccio con umiltà, gratitudine e gioia la mia missione di indirizzare, aiutare e sostenere nel proprio percorso di guarigione chi, come me, desidera essere felice.

Il mio obiettivo è di confortare, sostenere e incoraggiare ogni persona che desideri rifiorire e per farlo ho a disposizione diversi strumenti, nei quali credo fortemente, perchè tutte le pratiche e discipline di cui mi occupo, hanno aiutato per prima me e danzando spesso gioiosamente insieme, interconnesse l’una all’altra, continuano giorno dopo giorno a trasformare, migliorare, illuminare la mia vita rendendola magica. Spero possano fare altrettanto con la vostra.

Inoltre sono anche…

Rossa di pensiero, gattara appassionata e cuoca mancata. Se non avessi scelto di fare questo lavoro, sicuramente avrei aperto un ristorante o un qualsiasi altro posto, dove poter dar sfogo al mio senso di ospitalità e al mio amore per il cibo. Il mio motto è “Vivi e lascia viveri”, possibilmente veg.
Sì, perchè amo tantissimo i gatti, ma in generale tutti gli animali, tanto che da un po’ di tempo, ho smesso di mangiarli. Fino a prima di arrivare a decidere di smettere di nutrirmi con la vita di qualcun altro, mangiare carne, non mi era sembrato normale, ma credevo sarebbe stato troppo difficile non farlo; oppormi a quella che alla fine era solo un’abitudine pensavo mi avrebbe comportato troppa fatica e sicuramente la mia rinuncia non avrebbe impedito che ogni giorno milioni di animali venissero uccisi. Certo non ignoravo che dietro un piatto di carne, ci fosse un animale che aveva sofferto prima di essere ucciso per soddisfare il mio palato, ma cercavo di non pensarci, come dico spesso, mi voltavo dall’altra parte. Ecco, da quando ho smesso di farlo, quando mangio e quando cucino, sento dentro una grande gioia e mi sento male solo al pensiero di non averlo fatto prima, di non essere riuscita a smettere quella che alla fine è solo un’abitudine, un’orrenda abitudine, “impostaci” dalla società, che ci fa credere che sia normale sfruttare e uccidere esseri docili e innocenti, per sfamare noi umani, reputarli al pari delle cose, e che sia normale ignorare tanta sofferenza. Non credo esistano animali di serie A o di serie B, quelli da accarezzare e quelli che puoi uccidere, però non cerco di convincere gli altri a fare altrettanto, perchè è una scelta che dipende dalla sensibilità di ognuno, è un percorso che richiede i suoi tempi, e che, se deve essere, non può essere quando te lo dicono questo o quell’altro, ma deve venire da una spinta interiore profonda. Quella spinta a me l’ha data il guardare “casualmente” e inizialmente anche in maniera distratta, un’intervista ad un ex allevatore, Massimo Manni, che oggi ha un Santuario con più di duecento animali, a Nerola, in provincia di Roma. Le sue parole e alcune immagini (non cruente, ma di amore e rispetto verso gli animali) mi hanno toccato talmente profondamente che non posso più voltarmi dall’altra parte. Grande riconoscenza a quel servizio, a Iannacone e alle persone che hanno contribuito a realizzarlo e al Santuario Capra libera tutti per quello che è accaduto in me quel giorno e che continua ad accadere tuttora. Vi lascio qui il video della puntata; se avete voglia e tempo, comunque la pensiate, è una bella mezz’ora da passare.

L’augurio che faccio al mondo e a tutti noi è di un futuro con maggior umanità, in tutte le cose.

https://www.raiplay.it/video/2020/05/Che-ci-faccio-qui—Dalla-tua-parte-e7220c60-6df7-4ead-a183-b2f629c3b22f.html

Articoli recenti

Chi sono

Mi occupo di cartomanzia da circa 30 anni: attratta dalle carte fin da bambina, verso i 13 anni ho iniziato a dedicarmi allo studio di questo metodo di divinazione, approfondendo in particolare la conoscenza di diverse tipologie di tarocchi e sibille. Tra i 18 e i 20 anni ho frequentato corsi di cartomanzia che mi … Leggi tutto Chi sono

Corso di I livello

Il Primo Livello Reiki (Shoden) viene definito “fisico”, perchè focalizzato soprattutto sull’aspetto appunto fisico di questa disciplina. Durante il seminario oltre alla storia e alla corretta procedura dei vari trattamenti vengono impartite dal Master Reiki, singolarmente ad ogni partecipante, e in momenti diversi del corso, quattro attivazioni energetiche, chiamate anche armonizzazioni (Rejiu). L’esperienza del primo … Leggi tutto Corso di I livello

Altri articoli